APE o ACE? Novità per la Certificazione Energetica!

Certificazione Energetica, Attestato di prestazione Energetica

Da luglio l’ACE si trasforma in APE

La Certificazione Energetica è stata oggetto di modifiche con l’emanazione del Decreto Legge 4/06/13 n° 63, che ha anche prolungato le detrazioni fiscali e le ha aumentate dal 55% al 65% e di cui abbiamo parlato nel nostro precedente articolo “Detrazioni fiscali: salgono… 65% anzichè 55%“.

Le novità più importanti:

– Obbligo di Certificazione Energetica anche in caso di nuova locazione;

– Definizioni delle sanzioni nel caso in cui non venga fatta la Certificazione Energetica, quando invece è prevista per legge.Fino ad ora infatti, nonostante fosse obbligatorio inserire la classe energetica e l’indice di prestazione energetica su tutti gli annunci immobiliari, non essendo state definite le sanzioni, non era raro trovare degli annunci immobiliari sprovvisti di tali dati;

– Obbligo di descrivere i possibili interventi migliorativi per rendere l’immobile meno energivoro.

Inoltre, il nuovo decreto manda in pensione l’ACE, e lo sostituisce con l’APE = Attestato di Prestazione Energetica, uniformandone il nome con il resto degli stati europei.

In ottemperanza con le normative europee in materia di risparmio energetico, anche la procedura di calcolo della prestazione energetica verrà eseguita in modo diverso, ma, almeno qui in Italia, per ora l’APE avrà la stessa forma dell’ACE…

Infatti finchè non verranno emanati i decreti attuativi riguardanti la procedura di calcolo, l’unica cosa che distinguerà ACE da APE, sarà solo il nome!

Vi terremo aggiornati, sulle prossime novità e sull’evoluzione normativa, per ora gli unici veramente interessati ad adeguarsi alla normativa sono coloro che stanno per affittare un’abitazione o un negozio o in genarale un immobile di loro proprietà.

In questo caso l’ACE o APE é obbligatorio e se non si assolve a tale obbligo si va incontro a sanzioni piuttosto pesanti.

Se vuoi essere aggiornato su tutte le prossime novità, scarica l’ebook e rimani in contatto con Progetto Biocasa.

Opt In Image
E se ti dicessi che finalmente puoi risparmiare
e vivere in una casa confortevole?

Scopri anche tu quali sono i 3 errori più comuni nella scelta di un cappotto termico e come evitarli:

• No a materiali scadenti che compromettono il corretto isolamento delle pareti
• Basta affidarsi a installatori e tecnici che non sanno quello che fanno
• No a problemi, sì a un sistema che ti permetta risparmiare e vivere bene


Ho letto la privacy come chiesto dalla L.196/2003.

La nostra polizza sulla privacy protegge il tuo indirizzo email al 100%. Se desideri non ricevere più le nostre email, potrai cancellarti in qualsiasi momento tramite il link posto nelle email stesse, cosi’ come chiesto dalla L.196/2003.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *