La collaborazione tra professionisti: una risorsa per te che vuoi ristrutturare la casa.

collaborazione-tra-professionistiOggi voglio parlarti di una cosa in cui credo molto e che rende davvero soddisfatti i miei clienti: la collaborazione tra professionisti.

L’argomento mi è venuto in mente questo week end mentre rispondevo a un’intervista per Uncò Mag, un magazine on line che parla del tema del lavoro e di come in certi casi sia fondamentale inventarselo.

Durante l’intervista mi hanno posto questa domanda: “Ma tu lavori da sola? Fai tutto da sola?”

Ho apprezzato moltissimo la domanda, perché mi ha dato l’opportunità di spiegare quanto per me sia fondamentale la collaborazione tra professionisti.

Al giorno d’oggi ci sono talmente tante regole da rispettare, regole che vengono stravolte in continuazione, perciò ti sarai accorto anche tu che lavorare da soli, fare un po’ di tutto, anche se non si hanno tutte le competenze, può essere pericoloso perché si rischia di fare le cose fatte male.

E se le cose non riescono bene purtroppo non si riesce a far felice e soddisfatto al 100% il cliente, e addirittura si può rischiare di seminare piccoli errori che potrebbero costargli caro in futuro.

Abbiamo fatto diversi esempi in merito, anche nel campo del risparmio energetico. Purtroppo ti ho raccontato di clienti che mi hanno chiamato perché li aiutassi dopo che un collega, che non era specializzato nel risparmio energetico, aveva fatto una serie di errori di procedura che avrebbero compromesso la richiesta delle detrazioni fiscali.

Questo accade quando si vuole fare tutto con le proprie forze e a modo proprio, pur non avendo una preparazione adeguata in merito.

Non significa che alcuni colleghi non sono preparati, anzi. Significa solo che come professionisti, con la gran quantità di leggi e normative in continuo cambiamento, è davvero difficile essere sempre al 100% aggiornati su tutto: dalle norme per i permessi di costruire alle normative sismiche a quelle sulla sicurezza, sul risparmio energetico ecc..

Il punto è che al giorno d’oggi è necessario specializzarsi, così da essere in grado di essere sempre aggiornati, altrimenti senza accorgersene si commettono errori che potrebbero costare caro al proprio cliente.

Basta pensare agli esempi che ho fatto nel blog e nell’ebook per quanto riguarda tecnici che hanno messo in pericolo l’ottenimento degli sgravi fiscali per i loro clienti. Questo significa che i loro clienti hanno rischiato di perdere il 50% o il 65% di detrazione fiscale.

Se toccasse a me perdere i soldi della detrazione, insomma mi arrabbierei molto!

Credo che sia solo una questione di scelte. Noi tecnici possiamo scegliere se provare a fare qualcosa in cui non siamo proprio pratici o aggiornati al 100%, pur di far tutto da soli a discapito magari del cliente oppure possiamo scegliere di collaborare.

Io scelgo la seconda strada: la collaborazione tra professionisti.

Come sai sono specializzata nell’ambito del risparmio energetico, su questo argomento mi aggiorno costantemente e sono certa di dare il massimo per risolvere le problematiche su bollette e muffa di chi mi contatta.

Per altri tipi di problematiche, mi piace collaborare con dei colleghi specializzati proprio nella risoluzione di quelle questioni.

Ti faccio un esempio:

Qualche mese fa, sono stata contattata da una signora di Aviano che voleva richiedere un finanziamento Regionale per il miglioramento energetico e sismico della propria abitazione.

In pratica, la regione Friuli Venezia Giulia offriva un contributo a fondo perduto per rendere più efficienti e sismicamente meno vulnerabili specifiche case collocate in determinati quartieri.

A quel punto, ho coinvolto nello studio di fattibilità dell’intervento una mia collega ingegnere, specializzata nell’analisi sismica degli edifici e abbiamo analizzato assieme la possibilità di realizzare un particolare tipo di cappotto strutturale, che migliorava l’edificio anche dal punto di vista sismico, oltre a isolarlo.

L’aver coinvolto anche una collega, e aver pensato assieme a questo particolare cappotto strutturale, dava maggiori possibilità alla signora che mi aveva contattato di ottenere un punteggio più alto per la richiesta del contributo. Collaborando abbiamo dato alla signora più chance.

Tra l’altro, proprio perché credo fortemente nella collaborazione tra professionisti, faccio parte di un gruppo di imprese e professionisti del settore edilizia.

Nel gruppo c’è un impresa specializzata nella realizzazione di cappotti con materiali naturali, un professionista che progetta impianti con fonti rinnovabili, un architetto, un geometra di cantiere.

Insomma pur essendo tutti professionisti nell’edilizia, ognuno di noi si è specializzato e collabora con gli altri per dare il miglior risultato possibile al cliente.

Come nel caso della signora che voleva ottenere il contributo, lavorare assieme ci permette di dare un servizio migliore al cliente.

Ci ritroviamo circa ogni 15 giorni e ognuno porta una propria esperienza su come ha risolto uno specifico problema e se ne ha necessità si confronta con gli altri per risolvere altri casi che sta seguendo.

In questo modo, ognuno di noi ha l’opportunità di imparare dalle esperienze degli altri, e di scambiarsi consigli e confrontarsi.

Questo confronto crea anche collaborazione perché ci aiutiamo a vicenda a risolvere alcuni problemi nel migliore dei modi, per massimizzare i vantaggi del cliente.

Se a chi non è abituato a collaborare, delegare parte del lavoro a un collega, affinché venga eseguito nel migliore dei modi, può significare rinunciare a una parte di guadagno, per me e i professionisti del gruppo non è così.

Per noi collaborare è un’opportunità oltre che per i nostri clienti anche per noi stessi.

Infatti, nel momento in cui ho coinvolto la mia collega che fa i calcoli sismici per la richiesta del contributo alla Regione Friuli Venezia Giulia, dopo qualche settimana la mia collega mi ha coinvolto in un lavoro che stava portando avanti.

Rinunciando a una parte di lavoro, ho ottenuto un’altra commessa dopo qualche settimana e sono stata certa di dare il miglior servizio alla mia cliente.

Ecco, se deciderai di contattarmi per la ristrutturazione della tua casa, ora sai che in Progetto Biocasa crediamo fortemente nella specializzazione e nella collaborazione fra figure diverse.

Sai che in realtà avrai a disposizione dei professionisti specializzati, che possono inserirsi in diverse situazioni, per raggiungere il miglior risultato possibile.

Perciò se anche tu hai bisogno di una specialista che risolva al meglio la tua situazione, e che possa risolvere anche situazioni complesse e diverse dal solito, lascia i tuoi contatti a questa pagina, e verrai ricontatto al più presto per capire assieme la soluzione migliore per il tuo caso.

Opt In Image
E se ti dicessi che finalmente puoi risparmiare
e vivere in una casa confortevole?

Scopri anche tu quali sono i 3 errori più comuni nella scelta di un cappotto termico e come evitarli:

• No a materiali scadenti che compromettono il corretto isolamento delle pareti
• Basta affidarsi a installatori e tecnici che non sanno quello che fanno
• No a problemi, sì a un sistema che ti permetta risparmiare e vivere bene


Ho letto la privacy come chiesto dalla L.196/2003.

La nostra polizza sulla privacy protegge il tuo indirizzo email al 100%. Se desideri non ricevere più le nostre email, potrai cancellarti in qualsiasi momento tramite il link posto nelle email stesse, cosi’ come chiesto dalla L.196/2003.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *