Come risolvere i tuoi dubbi sui materiali isolanti per cappotto termico.

dubbi-sui-materiali-isolanti-per-cappotto-termicoI dubbi maggiori, se hai già pensato di installare un cappotto termico sono quelli che riguardano i materiali isolanti e gli effetti che questi possono avere sulla tua casa in termini di riduzione delle bollette ma anche di benessere e comfort.

Un problema piuttosto diffuso.

Probabilmente anche tu, come altri, ti sarai chiesto se installando uno specifico materiale, ti ritroverai in futuro alle prese con problemi di muffa e umidità in casa.

Oppure se il materiale che ti ha proposto l’impresario è resistente al vento, grandine o a particolari condizioni climatiche.

Per esempio, la pianura padana è una zona piuttosto umida, perciò si pone il problema della resistenza all’umidità di alcuni materiali.

Di contro, alcune zone di montagna, e nello specifico anche alcune valli, risultano invece essere prive di sole per la maggior parte dell’anno.

Di conseguenza ci si pone il problema della resistenza dei materiali isolanti usati normalmente per il cappotto termico, che, se danneggiati non possono assolvere appieno alla funzione isolante per cui sono stati installati.

Altri dubbi potrebbero riguardare lo spessore dell’isolante. Quindi potresti porti queste domande:

– Come fare a capire se quella che ti propone l’impresario di turno è la scelta per ridurre le    bollette?
– E le detrazioni? Come fare a capire se lo spessore che ti hanno consigliato va bene per      richiedere lo sgravio fiscale del 65%?

E anche, una volta scelto il materiale, come posso sapere se l’impresa lo installerà nel modo corretto o se invece, fra qualche anno, comincerò ad avere problemi con fessurazioni, infiltrazioni di acqua o umidità all’interno della casa?

Perciò, a fronte di una spesa importante come quella per il cappotto termico, vorresti capirne qualcosa in più ed essere sicuro che la scelta che stai facendo è proprio quella giusta.

Hai perfettamente ragione: la scelta di intervenire sulla tua casa è davvero importante, e ti condizionerà per il resto della tua vita, quindi è bene se la fai in modo consapevole e ragionato. In fondo, ne va dei tuoi risparmi e del benessere futuro tuo e della tua famiglia.

Se ti stai informando per realizzare il cappotto termico, probabilmente avrai già contattato degli installatori, delle imprese edili per capire tempi e costi per realizzarlo.

Ti sarai imbattuto in diversi offerte, in persone che ti consigliano i materiali più diversi, come diversi saranno stati i modi proposti per eseguire l’intervento.

A chi credere?

Tutte queste opinioni non fanno che aumentare la confusione e i dubbi che già avevi.
Se chiedi agli amici che prima di te hanno eseguito questo intervento, probabilmente riceverai pareri contrastanti:

– c’è chi dopo il cappotto, nonostante siano diminuite le bollette, ha comunque la muffa dentro casa;
– c’è chi dice che si aspettava una diminuzione maggiore delle bollette;
– c’è chi ha avuto problemi con la documentazione da presentare per la richiesta di detrazione.

E così la confusione e i dubbi continuano ad aumentare.

Purtroppo se fai la scelta sbagliata rischi di trovarti come quegli amici che hanno la muffa in casa anche dopo aver fatto il nuovo cappotto, e che ora sono pentiti di non aver dedicato la giusta attenzione, dopo aver speso tutti quei soldi per isolare la loro abitazione.

La scelta del materiale, infatti, è davvero molto importante se non fondamentale e, come sai, non te ne puoi occupare da solo se desideri ottenere i risultati di risparmio energetico e benessere sperati.

Non puoi prendere una tale decisione perché non hai gli elementi necessari per fare una valutazione corretta. Sei una persona in gamba e di fronte a un problema cerchi di ragionare e trovare la soluzione migliore per te e la tua famiglia, questo lo so.

È solo che questa non è la tua materia, ti occupi di tutt’altro nella vita e quindi hai bisogno di qualcuno che sappia prendere la decisione giusta.

Come hai capito, l’impresario di turno non è l’interlocutore adatto, in fondo il suo obbiettivo è venderti il cappotto, perciò punterà tutto sul prezzo e se il problema che vuoi risolvere in realtà è un altro, non gli interesserà affatto.

La maggior parte dei tecnici non specializzati in risparmio energetico, non avendo chiaro come funzionano i materiali naturali e le differenze con il polistirolo, potrebbero essere in imbarazzo nel consigliarti il materiale da utilizzare.

Per questo motivo, spesso, tra tecnici ci impegniamo per collaborare. Ognuno fa quello in cui è specializzato e per soddisfare il cliente e se non sa come risolvere un problema che non gli compete, si avvale della consulenza di un collega.

Il metodo Progetto Biocasa

Purtroppo la scelta tra i materiali isolanti per cappotto termico che esistono in commercio, non è una questione di principio, di prezzo, o di moda. Il materiale isolante va scelto a fronte di una valutazione specifica, con il fine ultimo di preservare le esigenze di chi ci abita.

La valutazione deve tenere conto di come è fatto il muro della tua casa, della zona in cui ti trovi, del clima e di tutti i fattori che permettono di valutare la situazione, e che la rendono diversa e unica rispetto alle altre.

Non si può mettere alla tua casa lo stesso isolante del tuo amico perché abita a un chilometro da casa tua, se prima non sono state fatte tutte le analisi necessarie. Altrimenti correresti il rischio di non risolvere la situazione.

Ci sono una serie di fattori da analizzare nella tua casa prima di poterti dire quale materiale isolante è bene installare.

Faccio questo lavoro da anni, e non posso limitarmi a dire, metti un eps, oppure una lana di roccia, o ancora un sughero, basandomi solo sulle mie esperienze passate: rischio di non risolvere la tua situazione specifica.

Questo perché, oltre a ridurre le bollette, e quindi realizzare un intervento che funziona, l’obiettivo è anche risolvere un problema e rendere più sana la casa in cui vivi con la tua famiglia.

Questo è il mio metodo di lavoro:
• Rilevare lo stato di fatto, vale a dire come sono fatti i muri, come è orientata la casa, come è fatta e come sono distribuiti gli ambienti, per capire quali possono essere i punti deboli che possono creare muffa o altri problemi.

• Analizzare le condizioni climatiche ed eseguire delle simulazioni con materiali isolanti diversi, al fine di capire vantaggi e svantaggi di ognuno, così da poterti fornire la soluzione più adatta alla tua casa.

Questo è ciò che ho fatto quando Angelo e Giovanna mi hanno contattato per scegliere quale materiale scegliere per il cappotto termico della loro casa.

Come tutti, la coppia aveva dei dubbi, nati dal fatto di aver sentito esperienze contrastanti di amici che vivono nello stesso paese e dal fatto che, vivendo in una valle, beneficiano del sole solo pochi mesi all’anno.

Dopo essersi rivolti al loro tecnico di fiducia, e non avendo ricevuto le risposte che si aspettavano, hanno deciso di contattarmi per una consulenza ricamata sulle esigenze della loro abitazione, con una cura particolare al materiale del cappotto termico.

Ecco cosa pensano Angelo e Giovanna della consulenza svolta:

“Abbiamo trovato la consulenza, chiara, completa e professionale, partendo dai primi contatti telefonici a quelli per mail, ma soprattutto nel sopralluogo e nella relazione tecnica finale, dettagliata e precisa.

Ci siamo chiariti molti dubbi che avevamo entrambi sull’operazione, sorti dal tecnico in primis, ma sentendo anche amici e conoscenti (il paese è piccolo) che avevano opinioni contrastanti, date da chi era soddisfatto del lavoro e da chi aveva trovato l’operazione conveniente per il comfort invernale ma la casa con la muffa che prima non aveva mai visto.”

Se anche tu vuoi una soluzione che ti permetta di chiarire i tuoi dubbi e che risolva finalmente i problemi della tua casa, lascia i tuoi contatti in questa pagina. Verrai ricontattato al più presto per fissare una consulenza direttamente con me. Il costo è ridicolo rispetto al tempo e ai problemi che andrai, così facendo, a evitare.

Opt In Image
E se ti dicessi che finalmente puoi risparmiare
e vivere in una casa confortevole?

Scopri anche tu quali sono i 3 errori più comuni nella scelta di un cappotto termico e come evitarli:

• No a materiali scadenti che compromettono il corretto isolamento delle pareti
• Basta affidarsi a installatori e tecnici che non sanno quello che fanno
• No a problemi, sì a un sistema che ti permetta risparmiare e vivere bene


Ho letto la privacy come chiesto dalla L.196/2003.

La nostra polizza sulla privacy protegge il tuo indirizzo email al 100%. Se desideri non ricevere più le nostre email, potrai cancellarti in qualsiasi momento tramite il link posto nelle email stesse, cosi’ come chiesto dalla L.196/2003.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *