Casa in classe B: SOS caldo insopportabile in estate!

Resistere al caldoMi capitano spesso richieste di consulenza per risolvere il problema del caldo estivo, e spesso sono chiamata ad intervenire in edifici che sono stati costruiti di recente, molti di questi sono in classe B.

Che c’è vi sembra strano?
Pensate che un edificio in classe B non possa avere problemi di smaltimento del caldo in estate?

Bhè vi sbagliate!!!

Ora provo a spiegarvi il perché:

  • La certificazione energetica degli edifici, per ora tiene conto solamente del comportamento invernale dell’edificio, infatti il famoso EPI (Indice di Prestazione Energetica) o IPE, come piace chiamarlo agli agenti immobiliari, altro che non è che la prestazione energetica del nostro edificio per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. L’EPE invece, è l’indice di prestazione energetica d’estate e per ora viene calcolato su base tabellare in base al tipo di involucro esterno.
  • Inoltre le nuove costruzioni, vengono progettate in base al Dlgs 192 e successive modifiche, sempre in funzione della loro prestazione invernale.

Continua a leggere→

I consigli per una corretta e rinfrescante ventilazione naturale!

Siamo nel pieno dell’estate e la temperatura si fa sentire e allora, perché non parlare di piccoli trucchi per favorire la ventilazione naturale… ventilazione che ci permette di trascorrere le nostre giornate e la notte senza patire il caldo insopportabile di questi giorni! Continua a leggere

Raffrescamento passivo o condizionatore? La bioarchitettura insegna…

Il raffrescamento passivo potrebbe essere una soluzione molto più economica d’estate. Al condizionatore si può rinunciare e ti spegherò come:

“Impossibile! “ dirai. “Come si può pensare di sopportare il caldo torrido di questi giorni senza il condizionatore? “

Ebbene mi spiace deluderti, ma il modo c’è … il concetto è quello del raffrescamento passivo ed è parte della filosofia dalla cosidetta bioarchitettura … ebbene sì, dipende tutto da come abbiamo progettato la nostra casa! Continua a leggere

Casa passiva : alcuni stratagemmi utili di bioarchitettura.

In questo articolo vi darò alcuni consigli e stratagemmi da applicare per ottenere una casa passiva completamente naturale, nell’ottica della bioarchitettura.

Quando si progetta una casa con l’ottica della bioarchitettura, cosa fondamentale è il suo orientamento. In bioarchitettura infatti fondamentale è lo studio della bioclimatica, perciò oltre alla conoscenza del microclima del luogo, ottimale sarebbe poter orientare l’abitazione  Nord-Sud. Mi spiego meglio, l’ideale per un massimizzare il benessere invernale ed estivo e allo stesso tempo per limitare i consumi di gas in inverno e di elettricità in estate, sarebbe poter costruire come i nostri nonni! Le cascine infatti si possono identificare come precursori della casa passiva ed erano progettate seguendo inclinazione e ciclo solare! Continua a leggere

Cos’è la bioarchitettura, quanto è importante per il nostro benessere?

Bioarchitettura significa innanzitutto progettare e realizzare la nostra casa, essendo consapevoli che la casa è la terza pelle di ogni essere umano. Perché la terza pelle?

La prima è proprio la pelle umana, la seconda pelle sono i vestiti che indossiamo, la terza è proprio la casa o qualsiasi ambiente confinato all’interno del quale noi esseri umani trascorriamo la gran parte del nostro tempo.

Così come pelle e vestiti essendo traspiranti scambiano con l’ambiente che ci circonda, così la nostra casa può essere più o meno traspirante e perciò scambiare energia e vapore con l’esterno. Continua a leggere